Trasporto medicinali: che cos’è? Chi può farlo?

5 Luglio 2022 News

Il trasporto medicinali interessa un elevato numero di realtà. Dagli ospedali alle farmacie, dagli ambulatori alle cliniche, senza dimenticare le società di servizi, case farmaceutiche e anche le aziende.

Questo servizio deve essere in grado di assicurare e preservare l’integrità dei prodotti sanitari.

Risulta fondamentale scongiurare tutte le possibilità di shock termico che porterebbero all’alterazione del prodotto esponendo i beneficiari a grossi pericoli di salute.

Trasporto medicinali: come funziona?

Il decreto del Ministero della Sanità

Il trasporto medicinali e farmaci non è soggetto alla normativa ATP, che regola la movimentazione e il trasporto delle merci deteriorabili.

Infatti, ha una regolamentazione specifica che fa riferimento al decreto ministeriale del 6 luglio 1999, approvato dal Ministero della Sanità. Il decreto indica quali sono le caratteristiche che devono avere i veicoli incaricati del trasporto e le condizioni in cui si deve svolgere il viaggio.

Diventa quindi fondamentale il mantenimento della catena del freddo lungo tutto il tragitto. Questo presuppone l’utilizzo di veicoli adibiti ai trasporti temperatura controllata e depositi di stoccaggio merce con celle frigorifere. In particolare, gli intervalli richiesti sono:

  • 8 – 25 gradi;
  • 2 – 8 gradi;
  • -50 – 2 gradi.

Trasporti a temperatura controllata

Il caldo è il nemico principale per la conservazione di tutte le caratteristiche dei medicinali e farmaci. I mezzi che si occupano della movimentazione e del trasporto medicinali devono essere dotati di sofisticati apparati satellitari e specifici sensori per controllare costantemente le temperature, per trasmettere questi dati in tempo reale e, in caso, agire da remoto sulla temperatura.

Il trasporto farmaci, o il trasporto medicinali, a temperatura controllata è un servizio che richiede competenza, tecnologie adeguate, attenzione e puntualità. Inoltre, il decreto del Ministero della Sanità, citato nell’articolo, stabilisce delle sanzioni in caso di violazioni di queste norme fra 3.098.00 € e 9.2996.00 €, in alcuni casi specifici sono applicabili anche sanzioni penali.

È quindi importante avere a disposizione veicoli coibentati che consentano di impostare la temperatura a seconda dei casi oppure di affidare questo compito a realtà terze specializzate.

Ultime News Leggi tutte le news